Tu sei qui

Interventi di Educazione alla Salute

L’Istituto “Scarpa-Mattei” da anni attua interventi di Educazione alla Salute rivolti agli studenti, alle famiglie ed ai docenti, con l’obiettivo di attivare la prevenzione del disagio nelle sue varie forme attraverso percorsi formativi e modelli di progettazione ideati per favorire la crescita della persona attraverso l’acquisizione di nuove conoscenze, la valorizzazione delle esperienze personali, la partecipazione dei giovani ai processi di cambiamento della scuola, promuovendo il senso di appartenenza alle istituzioni.

Il progetto “Educare alla salute” ha la finalità di promuovere nei giovani comportamenti atti a garantire il loro benessere psichico e fisico, di prevenire episodi a rischio e situazioni di disagio personale; esso si articola durante l’intero quinquennio. Per la sua realizzazione si avvale della collaborazione di personale dell’ASL, di docenti dell’Istituto, di volontari e di operatori del territorio.

Il docente referente per l’educazione organizza e coordina tale attività. Nelle classi prime oltre al “Progetto Accoglienza” vengono organizzati incontri per la prevenzione al tabagismo ed organiche attività sul tema dell’agio e del disagio giovanile. Nelle classi seconde, con l’intervento degli operatori del Consultorio, vengono affrontate tematiche riguardanti l’educazione sessuale e le relazioni affettive. Nelle classi terze, si riprende tale tema affrontando il problema dell’AIDS e della sua prevenzione. Nelle classi quarte viene approfondito il tema dell’uso di sostanze psicotrope con la finalità di prevenirne l’uso. Per le classi quinte vengono organizzati incontri con volontari dell’AVIS e dell’AIDO sul tema della donazione del sangue e degli organi.

Gli interventi di Educazione alla Salute, pur differenziandosi per modalità operative, strumenti o riferimenti normativi, hanno sempre cercato l’integrazione sia col progetto unitario scolastico, con punti di ricaduta nel curricolo delle diverse materie, sia nel territorio, contattando enti locali, aziende sanitarie e soggetti del privato sociale per la programmazione degli interventi, lo svolgimento delle attività e l’utilizzazione delle risorse.

Nella prospettiva della formazione integrale della personalità assume particolare rilevanza anche l’educazione alla salute, che costituisce aspetto fondante della formazione dell’uomo. Educazione alla salute è promozione dello sviluppo della personalità, cioè promozione della piena realizzazione delle potenzialità dell’intelligenza, dell’affettività, dell’integrazione sociale dei singoli alunni, in modo da assicurare la pienezza della vita personale, l’attivazione di tutta l’umanità di cui ogni soggetto è ricco. L’educazione alla salute è educazione alla vita, evitando la devianza e la perdita di significato della vita.

LA SCUOLA PROMUOVE LA SALUTE, assicurando il benessere fisico e psichico degli alunni, dei docenti, dei capi d’istituto, del personale tutto che in essa opera, assicurando ambienti ed attrezzature idonee, un clima socio-affettivo positivo, configurandosi come ambiente di vita, di relazioni umane, sociali. In particolare, la scuola deve assicurare il benessere intellettuale, soprattutto far star bene i giovani a scuola, stabilendo rapporti socioaffettivi positivi con i compagni e con i docenti e sono messi nella condizione di apprendere serenamente,

La scuola deve rappresentare una comunità che si prende cura della salute di tutti i suoi membri (studenti, docenti e personale ATA) e di tutti coloro che interagiscono con essa (amministratori, professionisti della salute) e nella quale, in collaborazione con i genitori e con l’intera comunità locale, si possano sviluppare programmi a lungo termine e di ampia portata.

In un luogo così speciale, le azioni di promozione della salute devono essere molto più che semplici interventi informativi, ma devono consentire ai ragazzi di sviluppare le proprie competenze e le proprie autonomie di giudizio relativamente allo stile di vita individuale, ma anche alle influenze sociali, ambientali, economiche che condizionano i comportamenti relativi alla salute. Gli interventi di educazione alla salute devono prevedere azioni volte ad affrontare le diverse variabili che incidono sui fattori di rischio, che siano in grado di stimolare le risorse cognitive ed emotive e di potenziare la scelta di atteggiamenti e di comportamenti “propositivi” per la salute e il benessere sociale.

Nel mondo della scuola, gli interventi di prevenzione e di promozione della salute comprendono non solo le attività di informazione, ma anche l’elaborazione degli strumenti necessari per assimilare quelle motivazioni che portano a preferire alcuni comportamenti piuttosto che altri. L’educazione alla salute è, in questo senso, una delle componenti essenziali dell’accompagnamento alla crescita e allo sviluppo integrale della persona.

Le finalità della scuola, la definizione e realizzazione delle strategie educative e didattiche devono sempre tener conto della singolarità e complessità di ogni persona, della sua articolata identità, delle sue aspirazioni, capacità e fragilità, nelle varie fasi di sviluppo e di formazione.

Nella società odierna emerge fortemente la necessità di rendere visibile e verificabile la promozione della salute nella scuola, sotto forma di programmi di intervento che, benché sviluppati autonomamente nelle sedi locali, siano in grado di rispondere ad una azione concertata e coerente sul piano nazionale e di cui sia possibile misurare il conseguimento. Le iniziative di prevenzione si configurano come elementi qualificanti e strutturali dell’attività scolastica, anche attraverso una fattiva collaborazione interistituzionale, che si concretizza in varie proposte operative realizzate d’intesa con altri partner istituzionali, nonché attraverso l’azione concertata e condivisa con gli Enti locali, con le agenzie sociosanitarie del territorio, con Associazioni pubbliche e private e con la cooperazione dei genitori.

Il complesso delle azioni dovrà essere orientato al superamento della cultura dell’emergenza a favore di quella che si può definire la cultura della prevenzione. In tal senso, risulta fondamentale creare le condizioni culturali e materiali per costruire un ambiente positivo fin da quando gli alunni iniziano il proprio percorso all’interno del sistema formativo, al fine di sostenere la loro capacità di progettazione, di azione diretta, di verifica, di esplorazione e di riflessione. La scuola, infatti, rappresenta il luogo in cui gli studenti quotidianamente sperimentano i processi di apprendimento, vivendo straordinarie opportunità di crescita intellettuale, di maturazione, di acquisizione di consapevolezza critica e di responsabilità ma, al tempo stesso, anche le difficoltà, la fatica, gli errori ed i momentanei insuccessi.

Piano degli interventi in programma per l'anno scolastico 2014/2015

 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.